GOPRIVACY NEWS

Il Nuovo Regolamento EU sulla Privacy (GDPR), che troverà piena applicazione il prossimo 25 maggio, ha introdotto e regolato gli adempimenti necessari in caso di Data Breach.  

In determinati casi specifici, il GDPR impone al titolare del trattamento di notificare all’autorità di controllo la violazione di dati personali che possano compromettere le libertà e i diritti dei soggetti interessati.
La notifica deve avvenire entro 72 ore dal momento in cui se ne viene a conoscenza.

Con il GDPR, per violazione dei dati personali, si intende ogni violazione della sicurezza che comporta accidentalmente o in modo illecito la distruzione, la perdita, la modifica, la divulgazione non autorizzata o l’accesso ai dati personali trasmessi, conservati o comunque trattati.

Il tempo per notificare la violazione è molto limitato, infatti, il titolare, dal momento in cui acquisisce consapevolezza dell’avvenuta violazione, ha tempo 72 ore per notificare all’autorità di controllo, ma soltanto se ritiene probabile che da tale violazione derivino rischi per i diritti e le libertà delle persone fisiche.

La notifica all’autorità dell’avvenuta violazione è quindi subordinata alla valutazione del rischio per gli interessati che spetta, ancora una volta, al titolare. Nel caso in cui la violazione di dati personali sia suscettibile di presentare un rischio elevato per i diritti e le libertà delle persone fisiche, si dovrà informare delle violazioni anche gli interessati, sempre “senza ingiustificato ritardo”.

Per le aziende è quanto mai fondamentale dotarsi di un Software Privacy in grado di tenere traccia e documentare tutti gli eventi di Data Breach.

GoPrivacy è il Software Privacy in grado di gestire correttamente il Data Breach per rispondere alle nuove norme imposte dal GDPR e raggiungere la Compliance Privacy.