Come scegliere un corso di formazione Privacy adatto alle esigenze della propria azienda?

Con l’entrata in vigore del Regolamento Generale per la Protezione dei Dati (GDPR), e con l’adeguamento della normativa nazionale (D.lgs. 196/03 e D.lgs. 101/18) tutti coloro che per fini professionali e imprenditoriali acquisiscono e gestiscono informazioni inerenti persone fisiche identificate o identificabili sono tenuti a proteggere tali soggetti dai rischi derivanti dai trattamenti.

Liberi professionisti e imprenditori, in quanto titolari del trattamento dei dati personali dei propri clienti, hanno una serie di adempimenti da rispettare, tra i quali:

  • la nomina dei responsabili del trattamento;
  • la nomina delle persone autorizzate e di coloro che rivestono il ruolo di amministratore di sistema;
  • il rilascio di apposita informativa al cliente;
  • la eventuale preventiva richiesta del consenso al trattamento dei dati;
  • l’adozione di misure di sicurezza adeguate (volte a ridurre al minimo i rischi di distruzione, perdita e accesso non autorizzato);
Questi adempimenti formali sono rivolti al rispetto del principio di Accountability (responsabilizzazione), il quale richiede effettiva consapevolezza del contesto operativo aziendale per dimostrare l’aderenza ai principi generali della norma, (liceità, correttezza e trasparenza, minimizzazione dei dati, esattezza dei dati, limitazione della conservazione, integrità e riservatezza.

In caso di violazioni, la normativa prevede sanzioni amministrative anche molto elevate, fino a 20 milioni di Euro.

 

L’importanza della Formazione Privacy

Chi riveste il ruolo di Referente Privacy e in generale chi presidia aree ad alto rischio dal punto di vista Data Protection (Responsabili delle Risorse Umane, IT e Marketing) deve quindi rispondere prontamente alle situazioni emergenti così come a quelle di gestione quotidiana, individuando le aree di rischio e implementando le necessarie procedure per gestirle.

A tale scopo, frequentare un corso di formazione Privacy è essenziale, sia per consolidare e aggiornare le proprie conoscenze in materia che per irrobustire l’intera governance del processo.

I percorsi formativi portati avanti dall’azienda potrebbero essere uno degli elementi oggetto di ispezioni da parte dell’Autorità di controllo, data la rilevanza di questo aspetto per poter realizzare una gestione del Modello Organizzativo Privacy davvero “responsabilizzato”.  

Quale corso di Formazione Privacy scegliere?

I corsi disponibili sono tanti,  ed erogati in diverse modalità, persino l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali ha avviato diverse iniziative in merito.

Ma come fare a riconoscere e distinguere un’offerta formativa effettivamente valida da tutte le altre?

Ecco i 3 elementi da prendere in considerazione per individuare un corso di formazione Privacy serio ed efficace: un investimento di valore per le aziende e la loro attività.

Le 3 caratteristiche fondamentali di un corso di formazione Privacy di qualità

1) Docenti privacy certificati e con background da consulente privacy

Il primo requisito da valutare, comparando i vari corsi disponibili sul mercato, è la competenza del docente. Spesso, il vero valore della formazione è dato dall’esperienza di chi insegna.

Prima di iscriversi, è fondamentale informarsi sul docente, ricostruendo la sua formazione e carriera professionale.

Come si chiama, quale università ha frequentato, in quale realtà ha lavorato (o se lavora in proprio, di cosa si occupa), quali libri (o articoli) ha pubblicato.
Reperire queste informazioni è facile: basta cercare il docente su Google, sfogliare il suo curriculum online oppure consultare il relativo profilo LinkedIn.

Chi insegna ricopre un ruolo di grande responsabilità: per questo motivo, è importante comprendere il percorso che ha portato il professionista a condividere il suo sapere, affermandosi come esperto riconosciuto nel settore.

Sicuramente, un altro elemento a favore del docente sono gli anni di esperienza nel settore, i casi pratici e i clienti seguiti con successo.

Esistono inoltre delle certificazioni attestanti le competenze e conoscenze acquisite in materia di Protezione dei dati personali.

Affinché il docente possa trasferire al discente nozioni utili e best practice è importante che le sue conoscenze in materia derivino da una comprovata esperienza pratica nel settore.

L’insegnamento, in questo caso, non è che la naturale conseguenza di una precedente (o concomitante) attività di Consulente Privacy.

Chi ha svolto questo ruolo sicuramente porta con sé un notevole bagaglio culturale, teorico e pratico, di casi reali su cui fare affidamento.

Questo docente avrà avuto modo di relazionarsi con aziende e professionisti, affrontando le problematiche più comuni in materia di Privacy e imparando a testare le soluzioni migliori, al netto di eventuali errori, dando un taglio pratico all’intero corso.

2) Diverse modalità di erogazione dei corsi

Come per tutti gli argomenti, i corsi di formazione Privacy vengono erogati in aula, da remoto (utilizzando piattaforme di web conference) e attraverso piattaforme di e-learning (proprietarie o di terzi).

I corsi in aula hanno in genere il vantaggio di poter creare una maggiore interazione con il docente e con gli altri partecipanti (che spesso sono professionisti che ogni giorno si trovano ad affrontare tematiche simili alla propria).
Lo svantaggio è dato dalla necessità di spostamenti che oltre a impegnare tempo possono risultare onerosi.

Grazie alle nuove tecnologie è possibile partecipare a vere e proprie Classroom virtuali con la possibilità di fare domande, prendere parte a workshop e di ottenere la registrazione del corso per rivedere le tematiche affrontate.
I vantaggi sono considerevoli, ma è un sistema poco indicato per le aziende che hanno la necessità di formare un gran numero di persone simultaneamente senza sottrarle alle loro attività quotidiane per troppo tempo.

La modalità e-learning è una buona via di mezzo ma è necessario affidarsi a piattaforme affidabili e certificate (ad esempio se in Cloud le Pubbliche Amministrazioni possono unicamente acquistare servizi qualificati ed inseriti all’interno del Cloud Marketplace AGID).

3) La struttura che eroga i corsi

Affidarsi a docenti qualificati è essenziale, ma lo è anche valutare la struttura organizzativa che eroga il corso.
Se la stessa è sul campo da diverso tempo ed eroga altri servizi correlati che possono portare soluzioni pratiche ai propri problemi organizzativi, può essere un valido partner aziendale da consultare periodicamente.
Sopratutto per affrontare le novità che si avvicenderanno nel panorama Data Protection (si pensi al prossimo Regolamento e-Privacy).

Formazione Privacy: l’offerta di Unolegal

 
Unolegal è la business unit del gruppo Sistemi UNO che eroga da più di 20 anni servizi di consulenza in materia di protezione dei dati personali ed ha creato GoPrivacy, il software in cloud per la gestione degli adempimenti privacy.

 

I percorsi formativi offerti da Unolegal sono indicati per un gran numero di settori e per gruppi imprenditoriali e multinazionali così come per PMI e studi professionali.

Tutti i docenti Unolegal sono certificati “Privacy Officer e Consulente Privacy” secondo lo schema TÜV Italia e Auditor e Implementer ISO 27001

L’offerta di divide in tre linee principali:

    • Formazione in aula: presso le sedi di Sistemi H.S. S.p.A. (Torino, Milano, Roma) o presso la sede del cliente, con la possibilità di personalizzare il programma e rilascio di attestato nominativo;
    • Master Unolegal: percorso formativo a calendario con numerosi moduli divisi per argomento e dedicati alle figure privacy chiave in azienda. Rilascio di attestato nominativo;
    • Formazione Online: erogata tramite la piattaforma proprietaria GoPrivacy che prevede per ogni argomento un corso con esame finale e attestati nominativi.

La formazione di Unolegal è concreta: non si basa solo su elementi teorici e casi da manuale, bensì su casi pratici.

I docenti Unolegal vantano conoscenze trasversali e un’esperienza ultra decennale nell’insegnamento, ma anche nella consulenza alle aziende e ai liberi professionisti.

Ecco perché i corsi di formazione garantiscono ai discenti risposte e certezze, conoscenze e strumenti per mettere al sicuro l’attività: i casi, i problemi concreti in cui ha operato Unolegal costituiscono il bagaglio culturale da trasmettere a chi segue il corso.

Frequentare un corso di formazione significa investire sulle risorse aziendali.
Per questo è importante apprendere nozioni teoriche (conoscenza), ma anche competenze pratiche (capacità di applicare le conoscenze acquisite) spendibili immediatamente nel proprio ufficio o azienda.